Mulino classificatore ad aria

Mulino classificatore d'aria da laboratorio

Ottieni un preventivo

    Dimostra di essere umano selezionando il file albero

    Contattaci

     

    Il sistema Air Classifying Mill è disponibile in un'ampia gamma di dimensioni, materiali di costruzione, finiture, design di pressione e vuoto, configurazioni di sistema e schemi di controllo.

    A causa del requisito del rapporto aria/materiale del mulino di classificazione ad aria, i materiali sensibili al calore possono essere manipolati senza degradazione del prodotto. Quando si fresano materiali igroscopici, è possibile utilizzare l'aria condizionata in ingresso per ridurre l'umidità nel sistema. Nelle applicazioni di essiccazione ad alta temperatura, l'alloggiamento del cuscinetto può essere isolato e spurgato con aria per proteggere i cuscinetti. Il mulino può anche funzionare con aria fredda per materiali sensibili al calore per evitare accumuli e per una macinazione più efficiente.

    Se la tua applicazione richiede frequenti cambi di prodotto con pulizia intermedia, potresti prendere in considerazione il nostro design del mulino di classificazione dell'aria. Questo mulino incorpora diverse caratteristiche uniche che gli consentono di essere smontato e pulito rapidamente e facilmente.

    Struttura combinata tre in uno, mulino a getto integrato, classificatore d'aria e mulini a impatto.

    • L'apparecchiatura ha una struttura compatta, un funzionamento e una conversione convenienti e uno spazio di installazione ridotto.
    • Le parti fondamentali possono essere realizzate con struttura interamente in ceramica, zero inquinamento da metalli.
    • Il processo di macinazione può essere protetto da atmosfera inerte, che ha un elevato fattore di sicurezza.
    • Particolarmente adatto per ricerca e sviluppo e test di nuovi prodotti in istituti di ricerca scientifica, laboratori universitari, istituti di ricerca di fabbrica e laboratori di fabbrica.
     
     

     

    Operazione

    Il mulino di classificazione ad aria richiede aria o gas per il trasporto, la riduzione delle dimensioni e la classificazione dell'aria del prodotto in lavorazione. L'aria o il gas vengono introdotti nel mulino di classificazione ad aria attraverso l'ingresso principale dell'aria e l'ingresso del prodotto. Fino a 30% del volume d'aria totale può essere introdotto all'ingresso del prodotto a seconda dell'applicazione. Il materiale di alimentazione viene convogliato pneumaticamente sotto vuoto o convogliato meccanicamente da una coclea, nell'ingresso di alimentazione del mulino insieme all'aria di processo. Idealmente, il materiale viene alimentato a velocità costante tramite un dispositivo di alimentazione volumetrico o gravimetrico.

    Dopo aver attraversato l'ingresso di alimentazione, il materiale entra nella zona di macinazione. A questo punto, il materiale entra in contatto con la faccia dei martelli rotanti, dove avviene l'urto e il materiale viene frantumato in particelle più piccole. Situato intorno al perimetro della camera di macinazione è un "rivestimento multiplo del deflettore". Questo componente aiuta a rallentare la velocità periferica del prodotto e a deviarlo nuovamente nel percorso del martello per un impatto più efficiente e una riduzione delle dimensioni.

    Il prodotto viene quindi convogliato verso l'alto dal flusso d'aria attraverso un gruppo schermo e deflettore che cambia la direzione della miscela prodotto/aria dirigendola verso la zona di classificazione. L'assieme di protezione e deflettore fornisce anche una separazione dell'area interna del mulino in due zone; una zona di macinazione e una zona di classificazione.

    Una volta che il prodotto entra nella zona di classificazione, le particelle vengono presentate alla ruota del classificatore rotante, dove in base alle dimensioni e alla densità, le particelle passano attraverso il classificatore o le particelle sovradimensionate vengono respinte e ritornano alla zona di macinazione per un'ulteriore riduzione delle dimensioni. La miscela prodotto/aria lavorata quindi esce attraverso l'uscita del mulino.

    Esistono due parametri principali che vengono utilizzati per controllare e modificare il punto di taglio delle particelle o la dimensione massima delle particelle; volume d'aria attraverso il mulino e velocità di rotazione del classificatore. Il flusso d'aria attraverso il mulino genera una forza di trascinamento per convogliare le particelle al classificatore e la velocità di rotazione del classificatore genera una forza centrifuga che allontana le particelle dal classificatore. Quando queste due forze sono equalizzate per una data massa di particella, quella particella ha la stessa probabilità di essere accettata o rifiutata davanti alla ruota del classificatore. Sulla base della variazione di queste forze opposte attraverso una variazione del volume d'aria o una variazione della velocità del classificatore, è possibile controllare il punto di taglio della dimensione superiore delle particelle.

    •  
    Scorri verso l'alto